domenica 10 giugno 2012

Bruciare ABC

A: accendino
B: braciere
C: combustione
D: doloso (incendio)
E: energia
F: fuoco
G: gas
I: ignifugazione
K: kerosene
L: luce
M: miccia
O: ossidazione
P: pirotecnica
R: riscaldare
S: scintilla
T: temperatura
U: ustione
W: warm morning (tipo di stufa riscaldante)

venerdì 8 giugno 2012

Incendi

Il fenomeno della combustione quando non è controllata sfocia negli incendi: il fuoco si propaga in modo illimitato nello spazio attorno alla generazione delle fiamme, che può avvenire spontaneamente in natura (autocombustione) o per attività dell'uomo casuali. Oggi si cerca di controllare maggiormente questi fenomeni attraverso prima di tutto buon senso da parte dell'uomo nelle situazioni in cui può essere egli stesso la causa prima dell'incendio, e in secondo luogo si realizzano sistemi di sicurezza sempre più accurati in caso di propagazione del fuoco in aree urbane. Citiamo alcune precauzioni utili allegando link che potrebbero interessare:

mercoledì 6 giugno 2012

''Bruciare'' a portata di mano

Un oggetto capace di produrre una fiamma che tutti conosciamo è l'accendino, uno strumento elementare che possiede aspetti tecnologici non banali. Fu inventato da Johann Dobereiner 4 anni prima dell'invenzione del fiammifero. Un classico accendino è capace di generare fuoco attraverso la combustione di GPL, che sostituisce la benzina, e sfrutta l'effetto piezoelettrico per la generazione della scintilla che con l'elevato calore infiamma il combustibile e crea la fiamma. 

Combustione

La reazione che porta a bruciare un determinato elemento è la combustione. Tre sono i fattori necessari per cui possa avvenire, così come è descritto nel triangolo del fuoco: combustibile, comburente e alta temperatura. La reazione avviene attraverso l'ossidazione del combustibile da parte di un comburente (spesso rappresentato dall'ossigeno nell'aria); la reazione sprigiona calore e radiazioni elettromagnetiche, tra cui radiazioni luminose.

lunedì 30 aprile 2012

S'i' fosse foco

Ricollegandoci al nostro tema ecco presentata una nota poesia medievale della tradizione letteraria goliardica che puntava alla dissacrazione delle convenzioni. Il poeta in questione è Cecco Angiolieri contemporaneo di Dante Alighieri. 


''
S'i' fosse foco, arderei 'l mondo 
s'i' fosse vento, lo tempesterei 
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei 

s'i' fosse Dio mandereil'en profondo 

S'i' fosse papa, sare' allor giocondo 
tutt'i cristiani imbrigherei 
s'i' fosse imperator, sa' che farei ? 
a tutti mozzerei lo capo a tondo 

S'i' fosse morte, andarei da mio padre 
s'i' fosse vita, fuggirei da lui 

similimente faria da mi' madre 
S'i' fosse Cecco come sono e fui 

torrei le donne giovani e leggiadre 
e vecchie e laide lasserei altrui.

                                                  ''

venerdì 27 aprile 2012

Effetti speciali

Sulla scia dei recenti film dai numerosi effetti speciali sempre più curati mi ricollego proponendo due video in cui avviene la manipolazione del fuoco in scene computerizzate in un film prodotto dai marvel studios.
Il tema principale è sempre quello del bruciare solo considerato nel campo dell'entertainment.


Il film in questione è ''Fantastic Four''.




giovedì 19 aprile 2012

Cinema

La nostra parola è stata spesso tema di molti film cinematografici. Il fuoco è un elemento molto scenico che rappresenta distruzione ma anche le passioni interiori che "bruciano" dentro i personaggi dei film e caratterizzano il susseguirsi di azioni ben determinate. Troviamo questi aspetti nel film di fantascienza Fahrenheit 451 conosciuto in Italia come "Gli anni della fenice", tratto dall'omonimo libro di Ray Bradbury.
La storia è ambientata in un ipotetico futuro successivo al 1966 (data di uscita del film) ed è centrata sul tema della diffusione dell'informazione: narra dell'impossibilità per l'uomo di vivere senza leggere perché la lettura favorisce il pensiero critico.  Il sistema politico descritto è una dittatura ed è basata sull'invadenza della televisione e della tecnologia nella vita delle persone, e questo fatto porta al condizionamento del pensiero e alla mancanza di dialogo tra gli uomini che sono sottoposti ad un controllo totale. I libri vengono tutti bruciati in roghi dalle squadre dei vigili del fuoco poichè è considerato illegale leggere. 
Ecco una serie di scene del film riassunte in una specie di trailer:








<<Chi può spiegare il fascino del fuoco, che ci attira verso di esso, sia da giovani che da vecchi?  (il Capitano dei pompieri, mentre osserva i libri che bruciano)>>